Per saperne di più   Rassegna Montblanc

L’inglese Jeff Griffin, 51 anni, è stilista, agricoltore alternativo e collezionista di capi mimetici. Terminati gli studi al prestigioso Central Saints Martins College di Londra, lavora a Milano per Valentino e Gianfranco Ferré, condivide l’appartamento con il compianto genio della moda Alexander McQueen e nel 1996, con sua moglie Karina, fonda l’etichetta Griffin a Londra. Inizia anche a disegnare per grandi nomi quali Boss e Kenzo. Otto anni fa si trasferisce con sua moglie e i suoi tre figli nella “Loveland Farm” nel Sud-Est dell’Inghilterra, sulla costa dell’Atlantico (lovelandfarmcamping.co.uk). Qui ha il suo studio di design e gestisce inoltre un piccolo rifugio ecologico con maiali e bufali. Attualmente realizza collezioni per Converse, Woolrich, Diesel ed Element. Il suo marchio di fabbrica in ogni collezione: il motivo mimetico. Griffin colleziona vecchi indumenti militari e indossa esclusivamente abiti da lavoro e capi in stile militare.

Jeff Griffin nella sua Loveland Farm, nel sudovest dell’Inghilterra

 

Perché è così affascinato dal motivo mimetico?


Ha un aspetto accattivante, porta con sé una storia e nasce dalla natura, proprio come noi. Può essere rielaborato in tanti modi diversi, spezzando le linee, ingrandendo le forme o creando nuove strutture. Tutto questo per me è arte.

Nei suoi capi il mimetico diventa un mezzo per distinguersi e farsi notare. Perché questo motivo si presta così bene a questo scopo?

Perché è una dichiarazione di stile. Il duo di artisti Gilbert & George ha sorpreso il pubblico indossando abiti mimetici in un contesto in cui non ci si aspetterebbe una scelta simile. Perché il motivo non venga percepito come militare è necessario un elemento di rottura. Su una tenda militare della nostra farm spicca un cuore rosa - mi piacciono questi contrasti. Amo lo stile militare ma anche la pace e sono convinto che possano coesistere. Il motivo porta con sé un bagaglio storico, ma con un po’ di creatività può diventare un elemento di tendenza. Una volta ero un fanatico del punk rock e volevo sovvertire il sistema con i miei outfit. Nella moda classica il mimetico conserva ancora oggi un po’ del suo spirito punk rock.

Suo padre era nel Ministero della difesa britannico, mentre la Sua famiglia ha vissuto diversi anni in Germania. Più che frutto di una ribellione, il Suo stile sembrerebbe il risultato di un contatto precoce con il mondo militare.

Può darsi, ma da adolescente ero assolutamente ostile al mondo militare e mi schieravo sempre contro i soldati. È un rapporto di amore e odio. Oggi disegno persino per un’unità d’élite delle Special Forces. All’inizio non ne ero entusiasta, ma in questo caso non si tratta di semplici soldati, bensì di atleti; uno di loro è un ex calciatore professionista. Queste persone spingono il proprio corpo al limite. Io stesso ho corso in un’ultra maratona e realizzo capi per lo sport e l’outdoor in grado di affrontare condizioni particolari. Le nostre creazioni vengono testate dai ragazzi al Polo Nord e durante lanci col paracadute. Tutto questo rende la mia vita più interessante.

Altrimenti si annoierebbe?

Sì, mi annoio facilmente, per questo ho bisogno di storie. Compro un gran numero di vecchi capi nei mercatini di articoli militari. Nella mia collezione avrò almeno 1000 esemplari, dalla prima guerra mondiale a oggi; tra questi una muta da sub, un giubbotto di salvataggio per piloti a prova di squalo, un paracadute, svariati giubbotti e pantaloni vintage. Ognuno di essi custodisce una storia. Questi capi militari originali sono una sorta di trampolino di lancio per le idee. Al momento sto utilizzando il paracadute per realizzare una collezione. Per me è particolarmente importante lavorare in modo ecologico utilizzando materiali riciclati.

Alcuni esemplari della collezione di capi mimetici di Griffin

 

Lo stilista racconta il suo amore per lo stile mimetico

 

Affida sempre la produzione dei tessuti per le Sue collezioni alle stesse fabbriche che hanno prodotto i tessuti militari originari. Per quale motivo?

Voglio sapere da dove proviene ogni pezzo. L’autenticità per me è importante, così come lo sono i dettagli. Amo gli originali. Se una fabbrica tessile non esiste più mi affido alla mia creatività; ho già ideato anche motivi ispirati a vecchi esemplari. Il mimetico per me non è una moda, è il DNA del mio marchio, è la mia firma.

Una firma usata da molti. Nella moda il mimetico è di grande tendenza ormai da anni!

Certo, tutti sono alla ricerca di un look accattivante, ma a fare la differenza nel mio caso è l’originalità. Ad esempio lavoriamo con una manifattura di cotone belga che era già attiva durante la prima guerra mondiale. Al momento questa fabbrica sta realizzando per me un motivo mimetico. Queste cose mi divertono. Nella stessa fabbrica è stato sviluppato il motivo Dazzle, leggermente diverso dal mimetico ma efficace nel camuffare le navi. Prende spunto dal cubismo e presenta linee spezzate che confondono la vista. In questo modo non si riusciva a capire dove si trovasse il centro della nave. Oggi si tende a mescolare vari colori per creare un effetto ottico dinamico. 

Il motivo mimetico è approdato nella moda per la prima volta con il movimento di opposizione contro la guerra del Vietnam e successivamente i punk lo hanno indossato per protestare contro la società borghese. Da quando Andy Warhol lo ha introdotto nella cultura pop viene impiegato nel design per lo più senza alcun significato politico. Ma non è proprio alla sua storia che si deve il suo fascino?

Ai tempi dell’IRA o durante la guerra in Vietnam il motivo era difficilmente reperibile. Oggi naturalmente non si può dire lo stesso, per cui il mimetico non ha più la stessa portata provocatoria, ma con l’aggiunta di un po’ di colore sa decisamente farsi notare. Piuttosto che un significato politico, esprime un senso di avventura.

Un’avventura per uomini e donne?

Sì, funziona per entrambi, anche se originariamente nel mondo militare è stato concepito per gli uomini. Lavoro molto per case di moda maschili. Se mi chiedono una stampa, so come accontentarli: il mimetico è sempre un successo ed è molto apprezzato dagli uomini. Chiaramente nelle mie collezioni cerco di spingermi fino ai limiti del possibile. Quando si tratta di capi mimetici sono un vero fanatico!

Altrimenti non lo è?

Certo che sì, quello che faccio lo faccio sempre con passione, che si tratti di coltivare verdure, allevare gli animali o preparare da mangiare. E ora devo lasciarla perché devo andare a potare le mie rose. Sono già in ritardo di tre settimane!

 

A cura di Bianca Lang, maggio 2018

  • {{customTag1}} {{customTag2}}
    Montblanc TimeWalker Chronograph Automatic Montblanc TimeWalker Chronograph Automatic

    Montblanc TimeWalker Chronograph Automatic

    € 4.400,00
  • Novità {{customTag2}}
    Borsa portadocumenti piccola Montblanc Sartorial Borsa portadocumenti piccola Montblanc Sartorial

    Borsa portadocumenti piccola Montblanc Sartorial

    € 975,00
  • Novità {{customTag2}}
    Blocco note #146 indaco, fogli bianchi, Cancelleria di lusso Montblanc Blocco note #146 indaco, fogli bianchi, Cancelleria di lusso Montblanc

    Blocco note #146 indaco, fogli bianchi, Cancelleria di lusso Montblanc

    € 65,00
  • Novità {{customTag2}}
    Custodia tascabile 5 scomparti Montblanc Sartorial Custodia tascabile 5 scomparti Montblanc Sartorial

    Custodia tascabile 5 scomparti Montblanc Sartorial

    € 130,00
  • Novità {{customTag2}}
    Zaino piccolo Montblanc Sartorial Zaino piccolo Montblanc Sartorial

    Zaino piccolo Montblanc Sartorial

    € 975,00
  • Novità {{customTag2}}
    Penna a sfera StarWalker Spirit of Racing Doué Penna a sfera StarWalker Spirit of Racing Doué

    Penna a sfera StarWalker Spirit of Racing Doué

    € 400,00
  • Novità {{customTag2}}
    Portafoglio 12 scomparti con chiusura a cerniera Montblanc Sartorial Portafoglio 12 scomparti con chiusura a cerniera Montblanc Sartorial

    Portafoglio 12 scomparti con chiusura a cerniera Montblanc Sartorial

    € 400,00
  • Novità {{customTag2}}
    Portafoglio 6 scomparti Montblanc Sartorial Portafoglio 6 scomparti Montblanc Sartorial

    Portafoglio 6 scomparti Montblanc Sartorial

    € 290,00
  • Novità {{customTag2}}
    Blocco note #146, turchese, a righe, Cancelleria di lusso Montblanc Blocco note #146, turchese, a righe, Cancelleria di lusso Montblanc

    Blocco note #146, turchese, a righe, Cancelleria di lusso Montblanc

    € 65,00
  • Novità {{customTag2}}
    Astuccio per 1 strumento da scrittura Montblanc Sartorial Astuccio per 1 strumento da scrittura Montblanc Sartorial

    Astuccio per 1 strumento da scrittura Montblanc Sartorial

    € 100,00