Fang Lijun

Negli anni '90 figure maschili rasate, prive di individualità, erano un tratto caratteristico delle opere del rinomato pittore e artista grafico cinese Fang Lijun (nato nel 1963); nel mondo occidentale esse erano percepite come il simbolo di un giovane movimento artistico cinese che reagiva ai cambiamenti sociali e politici in atto nel paese. Le figure di Fang Lijun, caratterizzate da una mimica paralizzata e da bocche aperte in un grido silenzioso, immobili davanti a panorami o ritratte mentre nuotano in acque imperscrutabili, sembrano riflettere emozioni umane come la rassegnazione, l'indifferenza, la rabbia o il desiderio di sopravvivere o di affrontare il conflitto nella società di massa.

Per Montblanc l'artista ha creato l'opera “2006.4.8” e l'ha firmata con l'emblema a stella Montblanc. Fang Lijun, che ha studiato grafica all'Accademia Centrale di Belle Arti di Pechino fino al 1989, si è fatto conoscere a livello internazionale non solo per i suoi grandi quadri a olio, ma anche per le xilografie monumentali. Nelle sue opere più recenti, che comprendono sculture filigranate di folle che lottano per la loro esistenza in un habitat insufficiente e quadri di scintillanti sciami di insetti, l'artista, che vive e lavora fra Pechino e Dali, nel sud della Cina, esplora ancora una volta i fenomeni di massa.