Sylvie Fleury

Dagli anni '90 l'artista di Ginevra Sylvie Fleury, nata nel 1961, si è imposta sulla scena artistica attraverso la presentazione straordinariamente colorata e glamour di prodotti di lusso e slogan pubblicitari. Come gli artisti pop, Fleury analizza la pubblicità, il consumo e la cultura popolare, stimolando la discussione sul rapporto fra arte e commercio. Rimette anche in discussione l'aspetto patinato degli articoli di lusso elevati al rango di opere d'arte, enfatizzandone la natura feticistica e smascherando il desiderio ardente e il velleitarismo nella nostra società. Le opere di Fleury sono state spesso paragonate al linguaggio materiale di Jeff Koons.

Le sue superfici morbide e scintillanti, i materiali preziosi o gli oggetti leggeri elegantemente avvolti, come la spirale di luce al neon colorata, creata per Montblanc nel 2002, trasmettono il messaggio specifico degli oggetti fuori contesto. In essi, la manipolazione estetica, il desiderio e la soddisfazione del desiderio folle di consumo raggiungono il climax. Inoltre nel 2002 Fleury ha disegnato la scultura “Kustom Bag Kommando“ nell'ambito della serie Montblanc Art Bags, proseguendo la presentazione di shopping bag di celebri marchi di lusso esposte per la prima volta dall'artista negli anni '90.