Sylvie Fleury

Sylvie Fleury | Svizzera | "Guardians" | 2005 | 220 cm x 450 cm x 500 cm | Poliestere e materiale elettronico

Non solo il mondo della moda, ma anche i viaggi nello spazio, generalmente considerati un interesse maschile, attirano intensamente l'attenzione di Sylvie Fleury (nata nel 1961). Come le sue sculture e le installazioni prodotte con articoli di lusso, anche gli slogan pubblicitari e i loghi dei marchi registrati, i razzi dipinti con i colori brillanti dei rossetti o ricoperti di pelliccia, gli UFO gonfiabili e le creature fantastiche fatte di tessuti scintillanti colpiscono per le loro superfici uniche. Attraverso questi trattamenti, questi oggetti presi in prestito dalla tecnologia dei viaggi nello spazio, o riferiti alle forme di vita extraterrestre, sono permeati di un'aura terrestre familiare, ispirata ai cosmetici, a simboli fallici o ai giocattoli. Le tipiche caratteristiche delle opere sui "viaggi nello spazio" di Fleury sono i riferimenti alla femminilità e alla virilità e l'irritante rapporto fra i presunti opposti. I “Guardians”, tre esseri realizzati in fibra di vetro altamente lucida, sembrano essere appena giunti nel nostro mondo direttamente dalle strisce allargate della carta da parati. O forse noi stessi siamo i visitatori in questo mondo magico fatto di strisce bianche e rosa custodito dai Guardiani di Fleury? Quest'opera, acquistata dalla Montblanc Cultural Foundation nel 2007, è stata trasferita nel 2009 presso la collezione della Galleria d'Arte Contemporanea dell'Hamburger Kunsthalle come prestito permanente.