Thomas Schuette

Thomas Schütte | Germania "Frau Nr. 9" | 2003 | Statuina: 70 cm x 100 cm x 120 cm, tavolo: 75 cm x 250 cm x 125 cm | Statuina: bronzo, tavolo: acciaio

Con la sua opera sostanziale che consiste in sculture architettoniche, forme figurative, installazioni, disegni, acquerelli, acqueforti, fotografie e opere video, Schütte, nato ad Oldenburg nel 1954, ha raggiunto una grande fama internazionale. A differenza delle sue opere su carta, che si distinguono principalmente per un linguaggio di immagini leggere e spontanee nel quale l'artista, che vive a Düsseldorf, commenta ironicamente e amaramente il fenomeno dell'industria dell'arte, la politica e la vita quotidiana, le sue sculture si ispirano maggiormente a temi intramontabili: le sue monumentali figure femminili sono simboli di sensualità, di costanza e del potere della creazione. “Frau Nr. 9” [“Woman No. 9”], acquistato dalla Montblanc Cultural Foundation nel 2003 e trasferito alla Galleria d'Arte Contemporanea dell'Hamburger Kunsthalle nel 2004, enfatizza la fertilità femminile e l'immortalità della specie umana. Facendo riferimento alle sculture di Rodin e Maillol, Schütte utilizza il linguaggio materiale del bronzo e dell'acciaio, nonché la sensibilità agli elementi in modo da enfatizzare l'atemporalità e la dipendenza dal tempo.