Sam Taylor Wood

Sam Taylor-Wood | Regno Unito | "Kyoto Girl" | 2002 | 300 cm x 220 cm x 90 cm | Stampa digitale su alluminio

Nelle sue immagini enigmatiche, che trasmettono energia e che si ispirano spesso ai quadri rinascimentali e barocchi, la fotografa e videoartista londinese Sam Taylor-Wood (1967) esamina accuratamente e nei dettagli la condizione fisica e mentale della società odierna. Nel 1997 Taylor-Wood, laureata al Goldsmiths College e membro dello Young British Artists group, formatosi attorno alla figura di Damien Hirst, ha vinto l'Illy Prize alla Biennale di Venezia. Un anno dopo è stata candidata al Turner Prize. Nelle sue sorprendenti serie di foto "Crying Men" (2002-2004), Taylor-Wood è riuscita a catturare i suoi soggetti in momenti intimi e altamente emotivi. Le leggi della natura sono un tema ricorrente nelle opere dell'artista londinese, come in "Still Life" (2001), un film al rallentatore con frutta che si decompone lentamente, e la serie di foto "Self-Portrait suspended" (2000-2001) e "Falling" (2003), che mostrano corpi che fluttuano leggeri nell'aria o in caduta al rallentatore, simboli eloquenti di fragilità e vulnerabilità.