Tutti i dettagli

Tra i collezionisti ed espositori americani più influenti del suo tempo per quanto riguarda l’arte del XX secolo, Peggy Guggenheim espose in Europa e in America le opere di molti giovani artisti, come Salvador Dalí, Pablo Picasso e Jackson Pollock, che devono a lei i loro primi successi. Trascorse la maggior parte della sua vita in Europa, amando lo stile di vita bohémien di Parigi all’inizio degli anni 20 del Novecento. Nel 1948, dopo aver aperto gallerie a Londra e a New York, acquistò lo storico Palazzo Venier dei Leoni sul Canal Grande a Venezia e lo trasformò in una casa con ampi spazi espositivi per la sua collezione. Aperto al pubblico, il suo palazzo finì per attrarre intellettuali e artisti di tutto il mondo. Peggy Guggenheim morì il 23 dicembre 1979 in Italia e fu seppellita nel giardino di Palazzo Venier dei Leoni vicino ai suoi amati cani di razza Lhasa Apso. Dopo la sua morte, per sua volontà il palazzo fu trasformato in museo pubblico. Questo ha assicurato la presenza duratura a Venezia della sua collezione, a beneficio delle generazioni future di visitatori.

Il design lineare della clip e del cappuccio, così come le linee e le forme degli inserti in lacca nera del fusto e del cappuccio placcato platino, sono ispirate alle opere art déco della sua collezione. L’inserto a spirale in lacca rossa sul cono rappresenta le paline a righe allineate lungo i canali veneziani. La testa di leone goffrata sull’anello del cappuccio fa riferimento al nome del palazzo veneziano di Peggy Guggenheim, il Palazzo Venier dei Leoni, nonché al leone di San Marco, simbolo di Venezia. In omaggio alla razza di cani da lei tanto amata, il pennino in oro 750 lavorato a mano della Patron of Art Edition Peggy Guggenheim riporta una incisione di zampa canina.

Dettagli

Tra i collezionisti ed espositori americani più influenti del suo tempo per quanto riguarda l’arte del XX secolo, Peggy Guggenheim espose in Europa e in America le opere di molti giovani artisti, come Salvador Dalí, Pablo Picasso e Jackson Pollock, che devono a lei i loro primi successi. Trascorse la maggior parte della sua vita in Europa, amando lo stile di vita bohémien di Parigi all’inizio degli anni 20 del Novecento. Nel 1948, dopo aver aperto gallerie a Londra e a New York, acquistò lo storico Palazzo Venier dei Leoni sul Canal Grande a Venezia e lo trasformò in una casa con ampi spazi espositivi per la sua collezione. Aperto al pubblico, il suo palazzo finì per attrarre intellettuali e artisti di tutto il mondo. Peggy Guggenheim morì il 23 dicembre 1979 in Italia e fu seppellita nel giardino di Palazzo Venier dei Leoni vicino ai suoi amati cani di razza Lhasa Apso. Dopo la sua morte, per sua volontà il palazzo fu trasformato in museo pubblico. Questo ha assicurato la presenza duratura a Venezia della sua collezione, a beneficio delle generazioni future di visitatori.

Il design lineare della clip e del cappuccio, così come le linee e le forme degli inserti in lacca nera del fusto e del cappuccio placcato platino, sono ispirate alle opere art déco della sua collezione. L’inserto a spirale in lacca rossa sul cono rappresenta le paline a righe allineate lungo i canali veneziani. La testa di leone goffrata sull’anello del cappuccio fa riferimento al nome del palazzo veneziano di Peggy Guggenheim, il Palazzo Venier dei Leoni, nonché al leone di San Marco, simbolo di Venezia. In omaggio alla razza di cani da lei tanto amata, il pennino in oro 750 lavorato a mano della Patron of Art Edition Peggy Guggenheim riporta una incisione di zampa canina.

Peggy Guggenheim

Condividere

Prodotti simili