February 2019 - 6 Minute read

Come costruirsi una nuova vita dopo una carriera nello sport.

Ecco i traguardi che l’ex giocatore di hockey sul ghiaccio Tristan Cameron Harper è riuscito a raggiungere ritrovando se stesso attraverso la natura.

Step 1: Imparare ad ascoltarsi.

La sensazione di raggiungere la vetta ed essere baciati dal vento è davvero unica. Tristan Cameron Harper, fotografo paesaggista e scalatore, è solito immortalare questa indescrivibile sensazione nei suoi scatti, per poi trasmetterla a chi come lui ama l’avventura. Insieme a Tristan, Montblanc si è recentemente recata a “La isla verde”, la suggestiva isola verde di La Palma nelle Canarie, per fare trekking con lui sotto il caldo sole invernale dell’isola. Dopo una carriera come giocatore professionista di hockey su ghiaccio, Tristan è riuscito a ritrovare se stesso esplorando l’infinita bellezza della natura. I ritmi serrati, lo stress fisico e psicologico cui era sottoposto durante la carriera come giocatore stavano prendendo il sopravvento sul suo benessere. Così ha fatto una cosa semplicissima: ha iniziato ad ascoltare se stesso. “Ho cominciato a domandarmi cosa andava e cosa non andava nella mia vita. Ho fatto una serie di cambiamenti ed ho iniziato a vederne i benefici.” Sentiva il bisogno di stare all’aria aperta, perché era lì che riusciva davvero a liberare la mente. Oggi Tristan trascorre la maggior parte del suo tempo esplorando e facendo trekking in giro per il mondo. “Il trekking offre punti di vista sempre nuovi e contribuisce al benessere fisico e mentale. Sento di essere diventato più produttivo e più creativo.”

“Mi è bastato ascoltare me stesso per capire cosa mi rendeva davvero felice.”

– Tristan Cameron Harper.

Step 2: Conquistare nuove vette.

Quest’inverno Tristan ha lasciato le piovose, ventose e ondeggianti colline delle Highlands scozzesi per avventurarsi tra le verdeggianti montagne di La Palma nelle Isole Canarie. Invece delle incessanti piogge scozzesi, a fare da sfondo alle sue avventure è una cascata che scorre all’interno di una valle ricoperta di muschio, con i raggi del sole che attraversano le felci e colpiscono le rocce. Ci racconta di un viaggio in Nepal che gli ha cambiato la vita, nel vero senso della parola. “L’hockey sul ghiaccio è sempre stato tutta la mia vita, ma si tratta di uno sport che richiede impegno fisico e mentale e ad un certo punto qualcosa in me è cambiato. Ero solito passare il mio tempo libero tra le colline e mi rendevo sempre più conto che stare a contatto con la natura mi faceva sentire bene” dice. Così, dopo avere esplorato in lungo ed in largo il suo paese, Tristan decide di partire alla volta di un posto molto più lontano: il Nepal. “Fare trekking in Nepal mi ha riempito di gioia e mi ha fatto riscoprire la mia umanità. Non smetterò mai di esprimere tutta la mia gratitudine per il calore con cui la gente del Nepal ci ha accolto mentre esploravamo i villaggi e scalavamo le montagne di questo paese straordinario.” È stato in Nepal che Tristan ha deciso di lasciare per sempre il mondo professionistico dell’hockey su ghiaccio.

“Fotografare paesaggi e scalare le montagne: ecco cosa volevo fare. Mi sono detto: la vita è breve, perché non provarci?”

– Tristan Cameron Harper

Step 3: Ritrovare se stessi.

Ai piedi della cascata, Tristan spiega la tecnica della mindfulness, diventata parte integrante della sua vita di tutti i giorni. “Fa parte della mia routine quotidiana e influisce sul mio benessere, proprio come le cose semplici che faccio ogni giorno: fare una doccia, bere, mangiare e dormire. Si tratta semplicemente di ritagliarsi un momento di calma, concentrazione e consapevolezza, indipendentemente da ciò che sta accadendo intorno a noi.” Tristan dà ai suoi compagni di viaggio alcuni consigli fondamentali per integrare questa tecnica di meditazione nelle loro vite. “Tutti viaggiamo, tutti siamo impegnati, ma possiamo sempre trovare cinque minuti di tempo per entrare in contatto con noi stessi… è solo una questione di consapevolezza” dice. Ecco come Tristan ha iniziato a sviluppare questa consapevolezza nella vita di tutti i giorni: “Ho iniziato dalle piccole cose, come lavarmi i denti con la mano sinistra, vestirmi cambiando l’ordine con cui indossavo i vari indumenti, fare trekking a piedi nudi (una sorta di ritorno alle origini) ed uscire dalla mia comfort zone.” Tristan incoraggia tutti a cominciare da ciò che viene più naturale, ad esempio prestando attenzione al proprio respiro o facendo caso a quale piede avanza per primo quando si cammina. “Ci sono infiniti modi per guardarsi dentro e lavorare sulla propria consapevolezza” dice.

“Si tratta semplicemente di ritagliarsi un momento di calma, concentrazione e consapevolezza, indipendentemente da ciò che sta accadendo intorno a noi.”

- Tristan Cameron Harper

Step 4: Essere di ispirazione per gli altri.

Documentando le sue avventure, Tristan vuole ispirare gli altri a esplorare la natura ed a guardarsi dentro. “Spero che questo sentimento si diffonda e che le generazioni future si lascino ispirare sempre di più dal contatto con la natura” afferma. Quando spiega come iniziare, lo fa in modo conciso e diretto: “Prima di tutto bisogna credere in se stessi e in ciò che si fa. Senza questo primo passo non si va da nessuna parte. Basta essere pazienti, determinati e lasciarsi andare.” Parole semplici ma di grande ispirazione quelle di Tristan. Una personalità davvero unica - sarà per le sue origini scozzesi, ma molto più probabilmente è per il suo equilibrio interiore. Perché nonostante viva letteralmente con la testa tra le nuvole per la maggior parte del tempo, Tristan Cameran Harper ha i piedi ben piantati a terra.

I prodotti saranno disponibili nell’Aprile 2019.