L'arte della Calligrafia

Desktop Spacer
Mobile spacer

Nella sua essenza, la scrittura è una forma di comunicazione. Ma con l’arte della calligrafia (dal greco “kallos” e “graphe”, ovvero “bella scrittura”) il messaggio acquista nuova vita. La sinergia tra elementi distinti – lo strumento da scrittura, l’inchiostro, la carta e la mente – fa sì che i segni nati per comunicare diventino una vera e propria espressione artistica e rappresentino lo spirito di chi scrive.

Abbiamo consultato due maestri calligrafi, Seb Lester e Mitsuru Nagata, per discutere delle tradizioni calligrafiche dell’Occidente e dell’Estremo Oriente.

Desktop Spacer
Mobile spacer
Mobile spacer

“In Occidente abbiamo questa meravigliosa tradizione che risale ad almeno 2000 anni fa; trovo che sia incredibilmente affascinante.”

LE ORIGINI DELLA CALLIGRAFIA

A determinare l’aspetto estetico della calligrafia è lo strumento da scrittura. Le origini dell’alfabeto europeo risalgono all’Impero romano e ai caratteri latini incisi nella pietra e dotati di grazie, cioè leggere proiezioni alle estremità delle lettere. Questa particolare estetica è stata adottata in tutti i manoscritti medievali, nella stampa, e si ritrova persino nella moderna grafica digitale. “In Occidente abbiamo questa meravigliosa tradizione che risale ad almeno 2000 anni fa; trovo che sia incredibilmente affascinante”, dice Seb Lester, designer e artista calligrafico inglese. "Penso che la calligrafia europea sia estremamente ricca e variegata. Occorre una vita per conoscerla tutta.”

Anche la calligrafia dell’Estremo Oriente trae le sue origini da iscrizioni su ossa o gusci di animali, ma la sua espressione visiva si deve principalmente all’uso del pennello. La danza di un pennello morbido, caricato con inchiostro scuro e condotto dal polso del calligrafo, dà vita a caratteri armoniosi ed equilibrati, intrisi di natura, poesia e storia. "Abbiamo molti grandi maestri da cui prendere esempio; copiare e praticare la stessa calligrafia mi riporta indietro dal XXI secolo a un migliaio di anni fa, è una sorta di viaggio nel tempo”, dice Mitsuru Nagata, calligrafo giapponese attivo a Barcellona. “Si tratta di una parte molto importante della storia giapponese."

Desktop Spacer
Mobile spacer

“Perché la perfezione non esiste, non c’è fine - ciò che più conta è la continuità del movimento.”

L’ESTETICA DELLA CALLIGRAFIA

La composizione coerente e armoniosa dei caratteri di Mitsuru è data sia dai singoli tratti che dagli spazi vuoti che li separano. Tuttavia, la profondità, lo spessore e la posizione di ciascun elemento non sono fissi e sono a completa discrezione del calligrafo. Per Mitsuru, l’obiettivo non è importante “perché la perfezione non esiste, non c’è fine - ciò che più conta è la continuità del movimento.”

In Occidente, invece, sebbene il calligrafo anche in questo caso controlli la linea attraverso l’angolazione della penna e la pressione applicata, ogni carattere è definito da un “ideale” geometrico. "Mi interessa molto la simmetria e come sia connessa all’armonia e, quindi, alla bellezza”, spiega Seb. Questa centralità della struttura si osserva negli stili europei nati fin dall’epoca romana: gotico medievale, corsivo carolingio e onciale celtico.

“Ma la calligrafia mi ha insegnato a concentrarmi, ad apprezzare il tempo e a conoscermi.”

LA FILOSOFIA DELLA CALLIGRAFIA

La calligrafia è un’espressione visiva fatta di concentrazione e consapevolezza. “Quando avevo 9 anni”, dice Mitsuru, “come tutti i bambini, non riuscivo proprio a stare fermo. Ma la calligrafia mi ha insegnato a concentrarmi, ad apprezzare il tempo e a conoscermi.” Secondo la tradizione orientale, un calligrafo deve investire moltissimo tempo e lavoro nel coltivare le proprie qualità interiori e trasmetterle sotto forma di pennellate, il cui obiettivo non è raggiungere la perfezione della forma ma piuttosto fissare un momento. “Il carattere creato è uno specchio di se stessi nel momento in cui si scrive. Attraverso la mia calligrafia intendo esprimere il momento che sto vivendo”, dice Mitsuru.

Secondo Seb, la calligrafia determina il tono di voce delle parole scritte, accentuando il significato di una poesia o di una frase. "Cerco di attingere dal passato, ma di creare qualcosa che appartiene al nostro tempo, ha una propria bellezza e può essere recepito da persone di qualunque estrazione sociale." Nonostante il risultato finale sia differente, anche il lavoro di Seb è fondato sulla vitalità del momento. "Credo fermamente in quei piccoli incidenti di percorso che si verificano quando si lavora a cuor leggero e che alla fine si rivelano utili. Troppa disciplina rende il design noioso, mentre dalla troppa libertà si ottengono solo scarabocchi, si deve quindi trovare un equilibrio durante il processo creativo”, spiega il calligrafo.

Desktop Spacer

"Cerco di attingere dal passato, ma di creare qualcosa che appartiene al nostro tempo, ha una propria bellezza e può essere recepito da persone di qualunque estrazione sociale."

Nonostante le evidenti differenze nei mezzi e nello stile, l’affascinante storia della calligrafia occidentale e orientale continua a ispirare i maestri contemporanei e chi scrive per passione, mantenendo la tradizione ancora viva.